PESCI d'ACQUARIO


Vai ai contenuti

Menu principale:


COBITIDI

SPECIE DI PESCI > TROPICALI > COBITIDI

Questa famiglia comprende ventuno generi che hanno una diffusione molto estesa, infatti li troviamo in tutta l'Eurasia e Africa settentrionale; quindi vivono sia in acque tropicali che in acque temperate. La forma del loro corpo Ŕ allungato e fusiforme con la bocca posizionata nella parte inferiore del muso, tipica dei pesci che conducono una vita sul fondale. Quasi tutti i Cobitidi hanno la presenza di tre paia di barbigli; il quarto e il quinto in realtÓ sono i lobi mandibolari del labbro inferiore che si Ŕ fortemente sviluppato. I denti faringei li troviamo su un'unica fila, mentre gli occhi che sono poco sviluppati, hanno uno strato di epidermide. Sono quasi tutti di modeste dimensioni ad eccezione delle speci come il Botia e Misgurnus, che possono raggiungere una lunghezza di 30 cm. Di solito il loro habitat sono le acque correnti, nelle quali si nutrono principalmente di alghe, insetti, piccoli anellidi e crostacei. Depongono uova dal diametro massimo di 2,5 mm, in numero varia da specie a specie e vengono deposte o sul fondo o sulle piante. La famiglia dei Cobitidi si divide in tre sottofamiglie: Noemacheilnae, Cobitinae e Botiinae. La prima menzionata Ŕ caratterizzata dall'assenza degli aculei cornei, che sono presenti nelle zone di prossimitÓ dell'occhio. Questa sottofamiglia, ricordiamo il nome: Noemacheilnae, si ripartiscono in quattro generi e circa 115 specie. Sono prevalentemente vegetariani e vivono in torrenti impetuosi. La seconda sottofamiglia denominata Cobitinae Ŕ formata da quindici generi, tra cui Acanthophthalmus, Acanthopsis, Cobitis, Lepidocephalus e Misgurnus. Hanno la forma della pinna caudale arrotondata. Il loro habitat Ŕ prevalentemente costituito da acque correnti, ma ad esempio alcuni esemplari come il Misgurnus fossilis, vive in laghi e stagni. Per l'allevamento in acquario Ŕ molto comune l'Acanthophthalmus kulbli; possiede una forma molto allungata dalla lunghezza di 8 cm. La terza sottofamiglia viene nominata Botiinae, Ŕ formata da solo due generi, i Botia e i Leptobotia. I Botia sono costituiti da circa venti specie, sono pesci di banco e se allevati in acqurio con sei o sette esemplari della stessa specie, dando loro dei nascondigli in prossimitÓ del fondale, risultano essere pesci molto vivaci. Nel caso inverso questo genere si mostra molto pauroso e aggressivo. La caratteristica dell'acqua in cui vivono, deve essere ben ossigenata con una temperatura che va dai 26 ai 28 ░C. Il fondale deve essere costituito da ghaia fine o sabbioso, per dare la possibilita al pesce, di scavare per procurarsi il cibo. Tra i pi¨ comuni del genere, troviamo molte specie come il Botia sidthimunki, chiamato anche comunemente Bartatello nano per via della dimensione piccola. C'Ŕ il Botia striata e il Botia macracantha, quest'ultimo denominato comunemente Botia pagliaccio

HOME PAGE | INTRODUZIONE | cookie-policy | MANUTENZIONE | ACCESSORI | SPECIE DI PESCI | PIANTE | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu